Bimbo che succhia il pollice, come farlo smettere?

Scritto da Alessia | 22 ottobre, 2010 11:49

“Molti bambini si succhiano il pollice o le dita e spesso farli smettere è una … vera e propria impresa!”

Ci spiega come procedere il Dott. Leo Venturelli, pediatra: “Il succhiamento del pollice o delle dita o del pugno non dipende da esigenze di fame: la suzione, che già si verifica durante la vita intrauterina, si presenta generalmente nei primi tre mesi di vita; più raramente inizia più tardi, quando le mani vengono usate per giocare e per prendere degli oggetti. La suzione del pollice è presente in circa otto lattanti su dieci; a volte è sostituita dalla suzione di una pezzuola, anch’essa parte del rituale. Il bambino che succhia il dito lo fa maggiormente quando è stanco, malato o particolarmente teso“.

La suzione è all’inizio solo un’attività piacevole: è necessaria per i primi sei mesi di vita ma solo il 6% dei bambini continua dopo l’anno di vita e il 3% dopo i 2 anni. La persistenza della suzione del pollice secondo alcuni è legata allo svezzamento precoce, che toglierebbe al piccolo la gioia della suzione attraverso il biberon o del seno materno.

La suzione, alla lunga, produce problemi di alterazioni nella crescita dei denti, specie dei permanenti, intorno ai 6-8 anni; può causare inoltre infezioni all’unghia del dito succhiato (giradito) a causa dei microbi che attecchiscono nella pelle macerata. Il bambino che succhia introduce aria nello stomaco con conseguente meteorismo.

Il bambino in età scolare trova motivazione per smettere perché è preso in giro dai compagni o ripreso dalle maestre.

Che cosa fare??

Non fatevi problemi fino ai 4 anni di vita: se il bambino è stanco o ammalato può succhiarsi il pollice o altre dita come mezzo di auto-consolazione. Se invece il succhiare significa noia, cercate di distrarlo occupandogli le mani; evitate di rimproverarlo. Occasionalmente premiatelo se non succhia il pollice.

Cominciate a farlo smettere dai 4-5 anni di età. Mostrategli, con uno specchio, quello che il pollice sta facendo ai suoi dentini, soprattutto il buco che si è creato tra arcata superiore e inferiore e poi il danno alla pelle ruvida del dito.

Fate partecipare a questo impegno anche le altre persone che stanno insieme al piccolo, nonni o baby-sitter.

Aiutatelo a smettere anche durante il sonno, dai 5-6 anni in poi: si può tentare di condizionare il bimbo mettendo un pezzo di nastro adesivo, un guanto sul dito che involontariamente il piccolo porta alla bocca.

Proponete una visita dal dentista se ha più di 6-7 anni: dal momento in cui escono i denti permanenti il succhiare il pollice produce il morso aperto. Gli ortodontisti hanno sistemi di barriera da mettere in bocca per impedire il succhiamento.

rif: mammaepapa.it

Lascia un Commento